Asics Nimbus 15

Pubblicato il: 25/06/2013

Ecco finalmente la nuova Asics Nimbus 15 questa volta l'aspettavo veramente, le vecchie scarpe infatti dopo un migliaio di km erano ridotte male... Come vedete io li raspo nel vero senso della parola solo in punta mentre per il resto il consumo è decente e uniforme, ma per via del consumo in punta sono costretto a cambiarle. Come estetica vedendo i colori la Asics ha deciso che con le sue scarpe ci si deve solo ed esclusivamente correre, (andateci in giro voi se avete coraggio con quei colori e i lacci fosforescenti !), differenze con le vecchie versioni ce ne sono e molte, escludiamo la Nimbus 14, che non ha trovato il favore di molti podisti, anzi diciamo proprio che è stato un vero e proprio flop, la scarpa segue le orme della Nimbus 13, possiamo considerarle una evoluzione molto sostanziosa di quest'ultima. Partiamo dall'allacciatura, purtroppo e dico purtroppo siamo tornati all'allacciatura standard, abbandonando la brutta ma validissima allacciatura asimmetrica che non gravava sul collo del piede. La cosa più sostanziale però di queste nuove scarpe è il gel introdotto nell'avanpiede che le dona una appoggio di una morbidezza assolutamente sconosciuta alle vecchie versioni, addirittura superiore alle cumulus 13 che erano note per l'ammortizzamento eccezionale all'avanpiede, queste sono un guanto con un vero e proprio cuscino morbido davanti che da una sensazione di pantofola da spiaggia tanto è soffice.

Il merito è del gel unito alle 2 profonde scanalature trasversali anteriori e alla scanalatura longitudinale che percorre tutta la lunghezza della scarpa che le danno una flessibilità unica, veramente non ho mai provato questa sensazione di guanto quando si fa la rullata, la scarpa è veramente un tutt'uno con il piede. credo che questa volta si siano riscattati dalla brutta accoglienza che ha avuto la 14, e hanno creato una scarpa con nuovi accorgimenti che hanno incrementato la già altissima qualità di questa top di gamma.

Parliamo ora di impressioni più terra terra. appena  mettete al piede le ultime nate di casa Asics, noterete subito la morbidezza assoluta di contatto con il terreno, la perfetta calzata sia anteriore che il perfetto contenimento del tallone. Muovendo i primi passi ci si rende conto che la punta è molto alta rispetto al resto della scarpa, cosa inusuale nelle vecchie versioni e provando a correre credo che renda la scarpa molto più reattiva, quindi protegge i trapascioni con la sua morbidezza ed è reattiva per i veloci anche se non è adatta a chi viaggia forte, magari vuole una scarpa più secca in risposta.

Anche spingendo l'andatura non tradisce e più il tempo passa e più assomiglia alle N13 credo che mi darà moltissime soddisfazioni. Come misura è perfetta con il solito mio numero (10.5) forse un pelo più abbondante ma giusto poco poco, come peso nella mia misura la bilancia elettronica della cucina si è fermata a 358 grammi ( la moglie mi ammazza che ho usato la sua bilancia preziosissima da diete per le scarpe!) siamo in linea con le N13 mentre le N14 erano più leggere, forse il gel messo all'anteriore pesa!

Concludendo le prime impressioni, questa meraviglia di scarpa è adattissima ai corridori pacifici e ciccioncelli, che regala loro comfort unico e protezione ottima, è adatta ai corridori medi diciamo da 4,30 /km perché a quel passo esprime veramente tutto il suo potenziale di massimo ammortizzamento e protezione sulle lunghe distanze, è adatta infine come scarpa da allenamento per i veloci che amano scarpe molto ammortizzate all'anteriore.

Queste beninteso sono le mie prime impressioni,  pensate che sono partito da casa e ho fatto 50 km per andare dal fido Bruno di Zona Olimpica  Viterbo che le aveva appena ricevute (in Italia sono ancora quasi introvabili) e le ho prese dallo scatolone prima che riuscisse a metterle in vetrina, a dire la verità ho visto e provato anche le asics cumulus 15 , ma decisamete più rigide e secche, ho messo una Nimbus e una Cumulus e ho fatto 50 metri di corsa , il confronto è spietato a favore della prima come morbidezza e credetemi anche le Cumulus non sono da buttare, ma sono delle ottime scarpe da corsa più adatte ad alti ritmi e a corridori più efficienti, ma le altre sono decisamente più morbide di appoggio, più aderenti al piede e con maggiore flessibilità nella rullata. Poi sono uscito dal negozio con le scarpe ai piedi e tornato a casa sono subito uscito per la prima breve prova, una decina di km con estrema soddisfazione. Consigliabilissime!

autore : di ziocosta

  Google


Categoria: Corsa a piedi
comments powered by Disqus