Tutorial Foto HDR

Pubblicato il: 09/08/2013

Le foto in HDR sono foto molto particolari, a vederle sembrano innaturali, ma se non sono troppo esasperate permettono di raggiungere risultati notevoli con uno sforzo veramente minimo. HDR ( High Dynamic Range) vuol dire in italiano fotografie ad alta dinamica di esposizione, vuole semplicemente dire una foto dove sono visibili sia particolari estremamente scuri (nero profondo) e estremamente chiari (bianco puro), sapete che in una scena ad alto contrasto si deve scendere a compromessi, o privilegiare le parti chiare sacrificando il nero o viceversa, con le foto in HDR avremo tutto presente.

Tutorial Foto HDR

 Parliamo di teoria:

la foto HDR non è altro che il risultato di più foto scattate a esposizioni diverse e riunite in un unica foto, questo per riuscire ad avere in una foto tutte le sfumature chiare e le scure cosa altrimenti impossibile con un unico scatto. Dovete sapere che la nostra macchinetta fotografica ha la possibilità di scattare foto esponendole per una certa dinamica, se la foto che facciamo è molto contrastata, (una persona contro sole) dovremmo pe forza di cose di esporre o per le parti chiare o per le parti scure se esponiamo per le parti chiare avremo il cielo perfetto e la persona davanti scurissima, se invece vogliamo far vedere la persona esponiamo per lo scuro e avremo la persona correttamente esposta ma il cielo inesorabilmente bruciato. POSSIAMO IN QUESTO CASO SCATTARE IN HDR.

la foto ad alta dinamica prevede un minimo di 3 scatti, il primo esposto correttamente, il secondo sottoesposto ed il terzo sovraesposto, io consiglio due diaframmi di differenza fra ogni scatto, avremo così una foto buona, una con -2 e una con +2 diaframmi che alla vista appariranno una normale, una scura e una chiara. Per scattare queste foto è indispensabile mantenere la stessa inquadratura, che si fa solitamente con il cavalletto. Le reflex moderne coi vengono in aiuto con il tasto bracketing, attivando questo tasto ci viene chiesto il numero di scatti da fare e la differenza di esposizione, settiamo 3 scatti , +2 e -2 quando scattiamo la macchinetta farà da sola 3 scatti come ordinato. se siamo a mano libera conviene fare scatti con tempi veloci in sequenza motorizzata in modo da mantenere per quanto possibile la stessa inquadratura. ora che abbiamo le nostre 3 foto dobbiamo trasformarle in HDR, questo si fa con appositi programmi, il più famoso è Photomatics seguito da HDR Efex, ma ci sono plugin anche per Photoshop. apriamo per esempio Photomatix e ci chiede di caricare le foto con esposizione diversa e noi gli passiamo le 3 foto. Fa tutto lui alla fine vi trovate sul monitor la foto trasformata che potrete modificar a vostro piacimento agendo sulla miriade di controlli che il programma vi mette a disposizione. Quando sarete soddisfatti del risultato salvate e conservate la vostra foto ad alta dinamica. Conviene scattare notturni, foto panoramiche con molta luce ed ombra, e in genere quelle che come esposizione rendono difficle decidere cosa fare. buona Luce a tutti con questa nuova esperienza.

  Google


Categoria: Fotografia Digitale
comments powered by Disqus