Manuale per patentino ciclomotori

Pubblicato il: 23/08/2007

manualetto per patentino ciclomotori a cura del fido GEGE' per scaricarlo cliccate quì

L’AMBIENTE STRADALE

Guidare in se per sé è facile: tutti i ragazzi conoscono comandi e segreti della biciclette del ciclomotore credendo così di sapere tutto per lo meno l’indispensabile per una guida efficiente.

Questo purtroppo, porta spesso a sottovalutare i pericoli della strada. Saper azionare i comandi e tenersi in equilibrio sulla bicicletta o sul ciclomotore è importante, certo, ma non è sufficiente. In realtà ESSERE ABILI NELLA GUIDA SIGNIFICA SOPRATTUTTO CONOSCERE E APPLICARE LE NUMEROSE NORME CHE REGOLANO LA CIRCOLAZIONE STRADALE: POSSEDERE LA NECESARIA CONOSCENZA DEI SEGNALI, SAPER ESEGUIRE CORRETTAMENTE LE MANOVRE E RISPETTARE TUTTI GLI ALTRI UTENTI DELLA STRADA.

Ma quanti quanti conoscono veramente il Codice della Strada e le norme in esso contenute?

Perciò abbiamo realizzato questo corso per aiutare a capire quali sono i pericoli della strada e come, applicando scrupolosamente quanto stabilisce il C.D.S., sia possibile evitarli.

Strade ed autostrade sono le arterie lungo le quali scorre senza sosta un’imponente massa di veicoli di ogni categoria: segno evidente che la strada è proprio di tutti. E’ un patrimonio, tra l’altro, al quale non si deve arrecare danno. Per questo bisogna saper usare la strada in modo corretto e razionale. Ciò impone l’obbligo della conoscenza e dell’osservanza di norme che non è possibile ignorare. Quindi in questa prima lezione ci limiteremo a conoscere le denominazioni topografiche stradali, la nomenclatura e l’uso delle zone di attraversamento delle strade.

LA STRADA

LA STRADA è l’area ad uso pubblico destinata alla circolazione dei veicoli di ogni titpo, dei pedoni e degli animali.

-La sede stradale èil piano formato dalla CARREGGIATE, dalle BANCHINE, dai MARCIAPPIEDI, dalle PISTE “ciclabile ecc”.

-Le CORSIE, sono suddivisioni della carreggiata, aventi larghezza sufficiente per permettere al circolazione di una fila di veicoli (emergenza, esterna, interna spartitraffico, di canalizzazione ecc.)

-CROCEVIA: Intersezione a quattro bracci, formata da due strade che si intersecano tra loro.

La strada Urbana, può assumere gli aspetti più vari, dal paese, a quella di una grande città; dall’ambiente residenziale ecc.

SULLE STRADE URBANE, salvo diversa segnalazione, vige il limite di velocità di 50 km orari. Ma è chiaro che questo è il limite massimo. E’ necessario graduare la velocità a seconda delle situazioni che di volta in volta si possano verificare: per il traffico, per lo stato delle strade, per particolare situazioni climatiche e ambientali.

Passiamo Ora Ad Esaminare Brevemente Alcune Categorie Di Veicoli .

Tra quelli a motore troviamo, i ciclomotori, i motocicli, le auto, i veicoli di soccorso.

Questi ultimi occupano un posto speciale nel mondo del traffico. Ad essi spetta la priorità di passaggio e di precedenza su tutte le strade. Infatti la loro presenza, se in servizio, segnala sempre un’emergenza. Questi veicoli sono le AMBULANZE, I MEZZI DEI VIGILI DEL FUOCO, LE AUTO DELLA POLIZIA, DEI CARABINIERI. Tali veicoli sono dotati di due speciali segnali in funzione durante il servizio di emergenza: uno luminoso (luci Blu lampeggianti poste sul tetto), l’altro sonoro (sirena a suoni alternati). Quando il conducente di un qualsiasi veicolo venisse a trovarsi in prossimità di un mezzo di soccorso in servizio, deve rallentare ed accostare al bordo della strada, in modo da lasciare il massimo passaggio libero e, se necessario, fermarsi . Con l’occasione ricordiamo che in caso di emergenza è possibile chiamare tali mezzi telefonando:

AL NR. 1 1 2 per chiamare I CARABINIERI ;

AL NR. 1 1 5 per chiamare I VIGILI DEL FUOCO ( pompieri);

AL NR. 1 1 3 per chiamare la Polizia di Stato;

AL NR. 1 1 8 per chiamare un ambulanza o per altre necessità di soccorso. (tutti questi numeri possono essere chiamati da qualsiasi cabina telefonica senza monete.

Tale uso, aggiunge un importante motivo in più per rispettare questi utilissimi elementi che fanno parte dell’arredo urbano; cosi come le panchine….i lampioni…i contenitori dei rifiutieccc…sono elementi che si incontrano nei percorsi quotidiani e che vengono messi a disposizione di tutti non per essere danneggiati, ma perché vengano utilizzati per il benessere della comunità.

LA SEGNALETICA STRADALE

Una strada perfetta, senza inconvenienti o problemi, non dovrebbe, in teoria, aver bisogno di molti segnali che invece sono il correttivo necessario ad una viabilità difettosa, pericolosa od insufficiente ai bisogni della circolazione. Il fatto che sulla strada, ad esempio, si svolgono dei lavori, potrebbe essere causa di un incidente, per un qualsiasi veicolo, se tali lavori non fossero preannunciati da un segnale che mette sull’avviso il conducente. (es. pensate un passaggio a livello senza un segnale, e senza barriere e voi percorrete la strada e nel contempo arriva il treno?)

Perciò è stata creata la segnaletica stradale, suddivisa in due categorie:

 

  Google


Categoria: Manuali
comments powered by Disqus