Come fare un buon caffè a casa

Pubblicato il: 01/12/2010

Nella mia carriera lavorativa ho anche fatto il barman in autogrill e posso vantare un quantitativo di caffè fatti davvero impressionante, siccome sono un cultore di questa bevanda ho cercato anche a casa di ottenere gli stessi risultati del bar, i requisiti per sapere Come fare un buon caffè a casa  sono:

1)Macchinetta per fare il caffè elettrica di buona marca

2)Buona polvere

3)Sapere come si procede.

Per il primo punto reputo buone macchine le Saeco, costano poco e fanno un ottimo caffè, hanno il vantaggio che si possono fare uno o 2 tazzine con lo stesso braccetto senza dover fare cambiamenti di filtri, ne ho avuta una che mi ha durato 15 anni e è andata sempre da Dio. Prima avevo una Gaggia che non mi ha soddisfatto.

Per Il secondo punto occorre tener presente i gusti personali, personalmente amo il caffè con un sapore deciso, maschio, bello tosto insomma, e questo si ottiene con una miscela dove la robusta è presente in quantità maggiore che l'arabica, infatti dovete sapere che l'arabica è più pregiata della robusta ma ha un sapore dolcetto e delicato mentre la robusta da un aroma più intenso e persistente.

Potete sbizzarrirvi a comperare le due miscele e prepararvi le vostre dosi mischiando i due prodotti  a vostro piacimento. (nei caffè commerciali ci sono anche altre miscele minori che non stiamo a descrivere ma che servono a dare particolari sapori).

Veniamo al punto n°3 che rappresenta lo stato dell'arte di fare il caffè a casa e credetemi fra un caffè buono , e uno scandaloso a parità di macchinetta e polvere è solo il procedimento per farlo che fa la differenza. .

Per prima cosa occorre scaldare bene la macchinetta, accendetela una decina di minuti prima di fare il caffè, non fidatevi di quando si spegne la lucetta ! tenetela ancora un pochino a scaldare appena accesa pulite il braccio che contiene la polvere e inseritelo che è questo elemento che deve essere ustionante per fare il caffè buono.

Per quanto riguarda il caffè va meglio il caffè in chicchi che conserva inalterato il gusto più a lungo che va macinato al momento, ma anche quello macinato va bene , tenetelo solo sigillato. La dose ottimale per un buon caffè è quando scende nella tazzina a "codina di topo" un filino sottile e continuo, deve impiegare a riempire la tazzina una trentina di secondi in genere corrisponde a 7 grammi  circa.

Se viene troppo veloce vuol dire che è macinato grosso o che ne avete messo poco, se al contrario scende piano a gocce vuol dire che è macinato troppo sottile o che ne avete messo troppo o che lo avete pigiato troppo. se fate più di un caffè non lavate il braccio, buttate solo la polvere usata e rimetteteci la nuova.

Ricapitolando:

Scaldate il braccio, mettete la giusta quantità di polvere godetevi il caffè con il minimo zucchero possibile. Se seguite queste semplici regole potete permettervi il lusso di dire a qualche amico di salire a prendersi un caffè da voi senza che vi dicano.... Grazie ma per oggi ne ho presi abbastanza ! di ziocosta

  Google


Categoria: Varie
comments powered by Disqus