Marco Guglielmi artista Viterbese

Pubblicato il: 12/11/2010

.

questa volta vi parlo del mio carissimo amico marco, dovete sapere che una volta terminato il suo lavoro si diletta a scolpire pietre e metalli,è un grosso cultore di storia medievale,  meglio conosciuto come "magister monetae"  ovvero colui che da un ventennio produce repliche di antiche monete e medaglie commemorative, recentemente ha coniato in diretta la quadrangula denominata Patrimoniv Sancti Petri che ha consegnato ai "camminAttori" sulla via francigena.

(le immagini sono coperte dai diritti d'autore e di conseguenza per coloro che intendano utilizzarle è d'obbligo citarne l'autore e la fonte!) Ha coniato inoltre il ducato di Giulio II in quel di Acquapendente in occasione del cinquecentenario della guardia svizzera, coniando nel duomo della cittadina, monete distribuite alle guardie , che replicavano il cammino del 1506 , il silenzio della cattedrale era rotto dai possenti colpi di mazza dati da Marco sui coni da lui stesso creati.

{C}

 

Per coloro che sono appassionati di numismatica possono vedere la mostra permanente di 100 monete coniate alla fine del 1700 relative a papa Pio VI Braschi che il Guglielmi ha esposto all'interno della Banca di Viterbo sita in via Polidori Viterbo.   il sito di Marco: http://www.zecchiere.com ecco alcuni video di Marco che batte moneta: zecca viterbo bottega guglielmi Gli interessi di Marco Guglielmi non finiscono quì, è un valente scultore, ha realizzato pregevoli opere, basti pensare che scolpisce da se tutte le matrici delle monete antiche che conia . Se poi cambiamo completamente genere possiamo dire che si diletta anche nella scrittura , ha in cantiere un corposo libro che prossimamente andrà in stampa, Ecce Agnus Dei Io Ho Trovato Il Santo Graal e ha pubblicato un libretto dedicato ai centauri Viterbesi, perchè la moto è stata ed è ancora una delle sue grandi passioni, ha gareggiato con lusinghieri risultati nel cross e ha una discreta collezione di moto da corsa sia stradali che da fuoristrada.

Un personaggio poliedrico che dimostra ancora una volta che la vita non può e non deve essere solo casa e lavoro, ma offre a chi riesce a vederle una serie infinita di opportunità per relazionarsi con se stessi e con gli altri. Per concludere ecco alcuni pensieri di Marco estrapolati da scritti personali: gli uomini sono come le monete, alcune appaiono a prima vista veramente stupende, bellissime e spesso di nobil metallo sia esso oro od argento, ma irrimediabilmente “false”, altre sono vere ma “comuni”, altre logore ed acciaccate ma “rare”, altre ancor più rare ed altre addirittura mai viste: “uniche”. In ogni caso la Vita che noi conosciamo è intesa come un transito zavorrato dal nostro corpo su questa dimenzione terrena e materiale troppo spesso sporca e dolorosa, per il resto……….. si sconfina nella spiritualità dell’anima e della fede, che è unica, personale ed irripetibile.

Chi può sapere cosa ti passa per la mente quando stanco e pensieroso a casa ti trovi la testolina ricciuta di un figlio adorato che ti si appoggia sulla gamba dicendoti “ti voglio tanto bene”… la parola “Amore” è la più inflazionata del mondo, maltrattata e quasi sempre usata a sproposito, … Come può un essere vivente dotato di uno spirito vivo, di un’anima soffocata in un fragile corpo esprimere l’universo multicolore e dimensionale che è in se appellandosi ad una semplice parola…:”Amore”… Comodo! Ma senz’altro superficiale! ! Come si possono esprimere le intricate connessioni che generano le emozioni, non a caso un grande Battisti cantava….”capire tu non puoi!....Tu chiamale se vuoi….emozioniiii!!!”. Ecco questo è Marco!

di ziocosta Google


Categoria: Varie
comments powered by Disqus