New Balance 1080 V4 prova su strada

Pubblicato il: 12/11/2014

Dopo la prova della New Balance 880 con le quali ho sostituito le mie ottime Asics Nimbus 15 ho deciso di effettuare una nuova sostituzione, le mie Asics Cumulus 15 sempre con un prodotto di alta qualità. Rimanendo fedele alla marca NB, La scelta è caduta sul modello New balance 1080 V4.

Perché proprio questo modello? già le avevo testate precedentemente quando ho comperato le NB 880, e mi avevano favorevolmente impressionato per la loro secchezza e reattività ma chiaramente per sostituire le Nimbus sui lunghi tranquilli mi sembravano meno adatte, cosa che ho trovato giusta per cambiare le Cumulus.

Appena messe, quello che mi ha colpito di questa scarpa è come fascia perfettamente il piede, la si sente ben aderente come fosse un calzino, senza costringere minimamente, almeno per i miei piedini 44,5 la scarpa è perfetta, ci sono poi varie larghezze di pianta, io ho preso la media (D), mentre quella più stretta è la B. il numero calza giusto sempre la mia classica misura 10,5 USA. il peso ( sempre con la preziosissima bilancia digitale della cucina della moglie) segna 312 grammi praticamente 3 grammi in più delle NB 880V4. Hanno un drop da 8mm. che al piede non si nota, il colore che ho scelto è arancio rosso (sicuramente si notano) ma oggi tutte le marche usano colori appariscenti!

Confrontando la New Balance 1080 con la New balance 880 notiamo subito che la 1080 è notevolmente più secca e da una sensazione di meno ammortizzazione al piede, (la 880 risulta morbidona), e facendoci una corsetta di alcuni metri la si sente subito molto piu reattiva, secondo la mia esperienza e vi prego di prenderla non come oro colato, ma semplicemente come opinione personale, reputo la NB 1080 come una scarpa reattiva e adatta a ritmi più rapidi della NB 880, sempre molto protettiva e ammortizzata, diciamo da gara per atleti poco veloci e da maratona per atleti più rapidi che cercano la massima protezione.  Non voglio dire che è una scarpa estrema, per carità, anzi è una scarpa da allenamento ottima per tutti, ma semplicemente di indole più veloce rispetto alla NB 880 e alla Asics Nimbus.

Prova su strada:

Questa volta non ho fatto il solito rodaggio di 7 km di camminata, ma li ho usati subito per correre. Avevo deciso di fare una uscita tranquilla di prova, ma uscendo ho incontrato il mio amico di corse Angelo con al piede fiammanti New Balance 980 (è 20 anni più giovane e più magro) che era appena arrivato da un medio di 15km a 5,05, e a questo punto mi sono detto che non potevo essere da meno! decido per un percorso misto con 2 km di salita dura iniziale e poi 6,5 piani e 2 di discesa per un totale di 10,5 km alla fine è uscita una media di 4,59/km ottima e assolutamente inaspettata anche perchè ho spinto ma non da gara.

Riguardo al comportamento delle scarpe devo dire che mi sono trovato benissimo, sembravano mie da sempre, onestamente ero preoccupato per il drop 8 e un pochino l'ho sentito sui tendini di Achille leggermente più sollecitati dal solito drop 12 delle mie solite scarpe ma niente di che preoccuparsi. La cosa molto positiva è stata l'estrema reattività della scarpa, mi ricordavano quasi le mie vecchie Nike Pegasus Racer , ma la cosa sorprendente è il comfort e l'ammortizzazione di questa scarpa così reattiva, al confronto le Pegasus erano tavolette, sono riusciti a coniugare perfettamente reattività e protezione, cosa non facile.

Altra cosa che reputo importante, le linguette non si sono mosse di 1 mm, con tutte le scarpe che uso mi scivolano verso l'esterno, chissà come hanno fatto a farle rimanere ferme! Il tratto fatto in piano stendendo bene la falcata, ha messo in luce la natura di questa scarpa, credo il massimo sia usarla con spinta completa ed è adatta a fare parecchi km senza alcun problema, mentre nella discesona di 2 km ho apprezzato la stabilità eccellente sul piede e l'aderenza perfetta della scarpa, con il vantaggio che ho spinto a ritmo assurdo per me ( 2 km sotto 4,30), che dire ancora, sono soddisfattissimo della scelta fatta e posso dire che merita i 120 euro spesi sempre al solito negozio che raccomando per la gentilezza e competenza assoluta del titolare Bruno (fresco di New York) la Zona olimpica. 

Come fine della prova posso dire che non ho avuto il minimo problema nonostante fosse la prima volta che le indossavo, e poi a ritmi non da prima volta, conclusione: ottima calzatura adatta a tutti coloro che cercano protezione e reattività in una scarpa da medio, veloce e comfort per ogni chilometraggio, io peso 70 kg. scarsi ma credo che possa andare anche per atleti più pesanti, diciamo fino a 75kg, poi forse sono meglio scarpe più morbide e protettive come le NB880 o Asics Nimbus.

  Google

 


Categoria: Corsa a piedi
comments powered by Disqus